MASSONE PER CASO Di Emilio Francesco Graaz

ISPIRATO DA UNA STORIA VERA

“Ho letto il romanzo con grande interesse. Mi sembra un quadro
“provinciale” ma realistico di un aspetto della massoneria che,
sebbene non sia l’unico, è tuttavia purtroppo ancora molto
presente”
Massimo Introvigne


“Questa è la realtà massonica di oggi: chi entra in massoneria
cercando l’ideale trova situazioni meschine e su questo punto il
romanzo esprime molto bene il senso di illusione e delusione di
chi entra in massoneria. Si legge tutto d’un fiato. E’ un lavoro che
ha una sua ragione di essere”
Giuliano Di Bernardo

-Emilio Francesco Graaz è un giovane scrittore abbastanza noto nella sua città. Vive per lo più di espedienti e in condizioni economiche precarie. Nonostante questo, grazie alle sue attività letterarie, viene notato e avvicinato da alcuni massoni. Graaz, animato da un fervido amore per la verità, intuisce la possibilità di poter fare parte della massoneria. Deciso in questo fine riesce a dissimulare la sua condizione economica giocando su una serie di fraintendimenti e di fortunate circostanze ed infine riesce ad infiltrarsi nella massoneria pur non avendone i requisiti sociali ed economici. In un primo momento mosso ingenuamente dall’amore per gli ideali massonici in seguito ne scopre all’interno, con grosso rammarico, le meschinità, le operazioni illecite e i meccanismi di controllo sociale. Ne taccia i limiti e rifiuta di scendere a compromessi. Una volta scoperta la sua reale identità e posizione economica iniziano una serie di ricatti e minacce ad opera della massoneria,volte alla sua eliminazione. Prima cercando di comprarlo poi organizzando delle vere e proprie cospirazioni volte alla sua rovina. Emilio nel frattempo scopre le operazioni che stanno alla base del controllo finanziario e culturale: appalti truccati, riciclo di soldi, controllo delle banche e di grosserealtà industriali. Deciso a non vendersi per l’amore del giusto rifiuta di assecondare i ricatti e infine viene barbaramente aggredito. Disperato e senza ormai un soldo Emilio si rivolge a un enigmaticoprofessor Frank per chiedergli aiuto.-

LE BASI ESOTERICHE DELLA GEOMETRIA FRATTALE. Per una metafisica dell'albero - Emanuele Franz
Audax Editrice

ISBN: Codice ISBN: 978-88-96144-00-8
Sigla: Audax Editrice
Collana: Edizioni Artigianali
Genere: Saggio
Formato: 14,5 x 21 cm
Pagine: 68
Prezzo: 13 euro
Edizione: Prima
Volumi: 1
Confezione: Brossura, legatura a mano

DESCRIZIONE:
Come mai la natura presenta forme così simili? Come mai un fulmine, il delta di un fiume, i bronchi e un albero hanno la stessa morfologia? L’autore fornisce un interpretazione comparando l’alchimia degli antichi con le osservazioni della scienza moderna, vagliando le dottrine sulla sezione aurea e reinterpretando il significato della contemporanea geometria frattale. Cosa si cela dietro al simbolismo dell’albero?
Come mai i miti degli antichi sul mondo arboreo sembrano tanto vicini alle conclusioni della moderna scienza? Questi gli interrogativi affrontati dall’autore, in questo affascinante viaggio nel mondo della natura e dei simboli.

 

IL METODO CHOPIN

Di Francesco Gioia – Giovanni Canciani

Prefazione di Alessio Screm

ISBN: Codice ISBN: 978-88-96144-08-4
Sigla: Audax Editrice
Genere: Musica
Formato: 14,5 x 21 cm
Pagine: 85
Prezzo: 15 euro
Edizione: Prima
Volumi: 1

Un metodo concepito da Chopin stesso, tramandato oralmente di maestro in discepolo fino ai giorni nostri e reso per la prima volta pubblico in questo libro.

Chopin il pianista, il compositore, il poeta intimo e schivo assume le vesti insolite di Chopin il didatta.
Quale metodo adottava il grande Maestro polacco per le sue mani e per quelle degli allievi?
Nulla di scritto vi era su questo argomento.
Questo manuale vuole dare, per la prima volta, una forma scritta e organica agli esercizi tramandati oralmente da Chopin e dai suoi allievi, rendendo omaggio alla loro genialità e grande efficacia.
Il metodo è intuibile ed eseguibile senza il bisogno di corpose partiture da leggere.
La sua essenza pianistica è "dita lunghe sui tasti corti e dita corte sui tasti lunghi".
L'obbiettivo del presente manuale è dare voce al didatta Chopin, al suo metodo di tecnica costruttivo-correttivo intelligente e raffinato, per impedire che tale importante eredità vada smarrita e per sollecitarne l'uso da parte dei moderni insegnanti.

ONTOGNOSTICA E ONTOMIMESIS. Prolegomeni ad una Noumenologia del teatro - Emanuele Franz


ISBN: Codice ISBN: 978-88-96144-01-5
Sigla: Audax Editrice
Genere: Saggio
Formato: 14,5 x 21 cm
Pagine: 315
Prezzo: 25 euro
Edizione: Prima
Volumi: 1
Confezione: Brossura

DESCRIZIONE:
Ontognostica e Ontomimesis
L’autore fornisce una sorprendente prospettiva ontologica: che oltre l’Essere vi sia una forza più alta: la Mimesis. A questa forza trans ontologica tutto il resto viene subordinato e assoggettato. L’attività principale di ogni aspetto ontico diviene pertanto la simulazione e la dissimulazione, al qual vertice sta la Mimesis. Secondo ipostasi precise essa si esprime dapprima nell’Essere, poi negli enti e infine nella coscienza. Ontomimesis sarà pertanto l’intrinseca attività di finzione dell’Essere verso se stesso.

DA ATENE A NIKOLAJEWKA.Intervista a un reduce - Emanuele Franz

Codice ISBN: 978-88-96144-02-2
Sigla: Audax Editrice
Genere: Storico
Formato: 14,5 x 21 cm
Prezzo: 13 euro

DESCRIZIONE:
Egidio Gardel, uomo di grande tempra e fibra umana, dopo aver partecipato alla campagna di Grecia ed essere sopravvissuto miracolosamente alla tragica ritirata di Russia, pochi anni prima della sua scomparsa decide di rilasciare un intervista a un ragazzo poco più che tredicenne. Dopo quasi quindici anni i vecchi nastri, ancora conservati con cura da quel ragazzo ormai adulto, vengono trascritti e pubblicati in questo documento di inestimabile valore storico e umano.




DIE ESOTERISCHEN GRUNDLAGEN DER FRAKTALEN GEOMETRIE - Emanuele Franz
Audax Editrice


ISBN: Codice ISBN: 978-88-96144-03-9
Edito: Audax Editrice
Titolo originale: Le basi esoteriche della geometria frattale.Per una metafisica dell'albero
Luogo di Edizione: Germania
Luogo di realizzazione: Berlino
Formato: 14,5 x 21 cm
Pagine: 80
Prezzo: 13 euro
Edizione: Seconda
Traduttore: Karin Pillipp
Anno di edizione: Agosto 2009

PORTAMI LONTANO - Marco Ferrara

Autore: Marco Ferrara
ISBN: Codice ISBN: 978-88-96144-04-06
Sigla: Audax Editrice
Genere: Poesia
Formato: 14,5 x 21 cm
Pagine: 54
Prezzo: 8 euro
Edizione: Prima
Volumi: 1

DESCRIZIONE:
Poesie, Poesie che nascono per situazioni forti, di quelle che tracciano una riga fra cuore e mente, tanto forti da strapparti un urlo, un gemito, un semplice bacio. Poesie di chi ha sempre cercato nelle parole quello che i suoi occhi volevano esprimere, i sentimenti che non possiamo a noi stessi negare.



DE ELICA. Le basi esoteriche della prospettiva - Emanuele Franz

ISBN: Codice ISBN: 978-88-96144-05-03
Sigla: Audax Editrice
Genere: Saggio
Formato: 14,5 x 21 cm
Pagine: 79
Prezzo: 15 euro
Edizione: Prima
Volumi: 1

DESCRIZIONE:
L’autore si interroga sul perché l’intelligenza della natura scelga di adottare, in molte delle sue espressioni, la forma dell’elica e della spirale.
Partendo dalla convinzione che il linguaggio della natura non mente indaga nella storia e nei fenomeni biologici dove compare la geometria di elica e spirale.
In seguito compara queste osservazioni con i Miti degli antichi.
Traendo dai miti e dalla natura gli indizi di quel grande codice che altri chiamarono Logos, l’autore avanza nell’indagine proponendo una personale interpretazione del simbolismo dell’elica e ne da una spiegazione a partire dai simboli spagirici.
La parte finale comprende una dissertazione sulle basi esoteriche della prospettiva a partire dall’alchimia del simbolo dell’elica ed una parte conclusiva con alcune considerazioni sulla trasmutazione dei metalli.


RECENSIONI FILOSOFICHE -Storia della Filosofia Moderna Attraverso le Recensioni Filosofiche da Cartesio a Nietzsche

Autore: Emanuele Franz
Prefazione: Silvia Miotti
Editore: Audax Editrice ( www.audaxeditrice.com)
Grafica: Claudio M. Parrinello
Formato: 10x15
Pagine: 132
ISBN: 978-88-96144-10-7
Argomento: Filosofia
Prezzo: 12 euro

Una storia della filosofia moderna seguendo le recensioni delle principali opere dei filosofi è una scelta strana. Perché questa scelta? Invero qui non si tratta propriamente ne di una storia della filosofia ne di una filosofia della storia, poiché sembra che i filosofi vengano fatti dialogare fra loro fra recensione e recensione. Una tavola imbandita, un simposio che trama e intravede un dialogo, un atto teatrale, una commedia appunto, la commedia filosofica. In questa commedia si ripropongono le scene con costumi differenti, mutano i dialoghi, ma il pathos emotivo rimane lo stesso. Essere e Soggetto, Mondo e rappresentazione, l’Io e l’Altro, Coscienza e Conoscenza, sono ora i termini dei colpi di scena, delle tensioni in cui i filosofi sono attori d’un dialogo ora comico ora tragico. A volte nei salotti, a volte nelle cattedre. Quanto della loro vita si celi nel loro pensiero e quanto del loro pensiero si celi nel loro vissuto ogni recensione ce lo dice, ponendo l’indissolubile identità fra le sofferenze dell’attore e il canovaccio della commedia filosofica. Quel che ne esce, di recensione in recensione, è un epilogo che trascende i filosofi stessi, ovvero che c’è una regia più alta della storia e dell’umana ragione, e questa regia è un architettura di commediografi che operano delle finzioni di cui i filosofi non sono che le pantomime, non sempre ben riuscite, d’un pensiero molto più alto di quello dell’uomo, e questo pensiero è la finzione dell’universo.

IL MONTE NOUS - Emanuele Franz (prefazione di Roberto Mazzilis)

Da un idea di Michele Vicentini
Con il patrocinio del C.A.I. Club Alpino Italiano
ISBN: Codice ISBN: 978-88-96144-07-7
Sigla: Audax Editrice
Genere: Racconto Fantasi
Formato: 14,5 x 21 cm
Pagine: 73
Prezzo: 12.50 euro
Edizione: Prima
Volumi: 1

“Finalmente un racconto diverso!”
Reinhold Messner

"E' un affascinante viaggio allegorico, non intorno ma dentro il pensiero di chi si ricerca nel profondo del proprio Io che ahimè rimarrà tuttavia imperscrutabile"
Walter Bonatti

"Tutti noi alpinisti abbiamo il nostro -Monte Nous-"
Cesare Maestri

"Nutro una grande ammirazione per questo Autore e il perchè lo capirete voi stessi leggendo questo libro"
Paolo Maurensig


DESCRIZIONE:
Michele Vicentini fu poeta, cantore, alpinista solitario, liutaio e scrittore.Prima di morire suicida all’età di 26 anni concepisce un racconto che tratta dell’ascesa al monte Nous, archetipo della vetta intesa come conoscenza e Verità.
Scelse come luogo della morte un monte a lui caro, il Monte Jou di Fau, alle pendici del Monte Grauzaria, dove deliberatamente, come atto reale e simbolico, si è immolato alla Montagna che lui riteneva sacra.
Nei mesi precedenti alla morte traccia mentalmente le linee essenziali di questo racconto, non fa in tempo a scriverlo ma descrive il corpus all’autore. Questi, dopo la morte di Vicentini, ne riprende l’idea e la sviluppa. Gole sperdute, pareti insuperabili, prove iniziatiche da superare, e ancora creature fantastiche e bivacchi irraggiungibili sono le tappe del lungo cammino dell’ascesa. Personaggi vetusti e millenari accompagnano il protagonista: Oberon, Azazel, l’alpinista senza volto. Trappole, enigmi, imprevisti, per giungere oltre la cima del Nous, per coronare il richiamo interiore dell’alpinista verso la vetta che altro non è che la scintilla che arde nell’uomo e lo muove verso la Verità.
L’intero testo, in modo allegorico, è deliberatamente un richiamo alla Vetta intesa come Grande Opera. Il protagonista, superando le diverse prove morali e fisiche dell’ascesa, è alla agognante ricerca dell’Argento e della Trasmutazione dei Metalli.
Incontra Oberon, l’ape Noumena, Efesto, la Sfinge ed ognuno di questi millenari personaggi fornisce all’Eroe indizi, ma mai una via definitiva verso la Verità della Vetta, che solo la sua purezza d’animo potranno trovare definitivamente.


CHOPIN, IL POETA AL PIANOFORTE - Alessio Screm (prefazione di Giovanni Canciani)

Con il patrocinio del Comune di Udine, Associazione Musicale della Carnia, Mozartina, Istituto Bon

ISBN: Codice ISBN: 978-88-96144-06-0
Sigla: Audax Editrice
Genere: Racconto
Formato: 14,5 x 21 cm
Pagine: 80
Prezzo: 12 euro
Edizione: Prima
Volumi: 1

DESCRIZIONE:
Una vita intensa di passioni, un’opera immortale. L’angelo volubile, il dandy dai guanti bianchi. A celebrare i duecento anni dalla nascita del grande genio musicale, Chopin, il poeta al pianoforte si unisce alla comunità internazionale che nomina il 2010 l’anno di Fryderyk Chopin. Partecipa agli omaggi presentando l’eterno compositore con la sensibilità di una scrittura accessibile, raccontando, attraverso testimonianze, resoconti, lettere, le tappe principali della vita e delle opere del pianista poeta, alla riscoperta dello spirito profondo e dell’ispirazione sublime che lo animava, e ora anima più che mai.
Ripercorrendo in maniera semplice e discorsiva la tormentata vita del grande genio polacco, il giovane autore, poeta egli stesso, mostra in queste pagine di aver compreso in profondità sia lo spirito che il segreto pathos che anima la musica del poeta principe di tutta l’arte pianistica dell’ 800. Forse Alessio Screm ravvisa nello stile di Chopin se stesso, e certamente comprendendo il mondo astratto della forma chopiniana suggerisce nascostamente quei brani a volte struggenti, a volte eroici ed esoterici che colpiscono direttamente il cuore umano. Dalla prefazione di Giovanni Canciani.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

"Un Opera di fantasia e sapienza al tempo stesso"
Kurt Diemberger

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Clicca sulle immagini per ingrandire

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

LA SETTIMA FACCIA DEL DADO - Di Emanuele Franz

Autore:Emanuele Franz
Titolo: La Settima Faccia del dado
ISBN: 978-88-96144-11-04
Sigla: Audax Editrice
Genere: Letteratura Potenziale
Formato: 14,5 x 21 cm
Pagine: 68
Prezzo: 15 euro
Edizione: Prima
Volumi: 1
Confezione: Legato a mano, copie numerate firmate dall’Autore

Paradossi, ossimori, tautologie, palindromi, antinomie, quisquilie, teatri illogici e autoreferenzialità. Incroci, equivoci e doppi sensi, rovesciamenti di prospettiva e soverchianti scambi di ruolo. Fra l’irriverente e l’ossequioso questo curioso testo si snoda fra il logico, il matematico, il dilettevole e il goliardico: ora provoca ora seduce le categorie logiche che sorreggono l’uomo. La settima faccia del dado inficia, vanifica, reitera e al tempo stesso albeggia e alligna nuove categorie a partire dalle macerie funeste delle precedenti. Ora scherzando, ora portando a smarrimento, questo testo vuole essere un omaggio alla lettura a due sensi, a due versi, e per ciò un inno al bifronte, a Giano, a Ermes, Dio tout a cour del doppio senso e dell’ambiguo. Vertice supremo dell’Essere è l’Androgino, e di fatto, questo testo, è il tentativo, seppur inane e fuggevole, di riabbracciare l’androginia delle lettere, dei testi, dei concetti e forse, anche per un solo effimero momento, annichilire l’alto e il basso nell’unità inenarrabile in cui, come specchio rifratto in se stesso, essa si dissolve ancora una volta in se stessa.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

2001/2011 CIO' CHE RESTA VALE - Piero Cargnelutti
Dieci anni di www.musicologi.com

Con il patrocinio di: Comune di Gemona del Friuli

Introduzioni di: Paolo Urbani - Sindaco di Gemona del Friuli
Stefano Marmai - Assessore alla Cultura, Turismo e Sport di Gemona del Friuli
Andrea Ioime - Vicedirettore de “Il Friuli”
Codice Isbn: 978-88-96144-13-8

Pagine: 223

Alla fine degli anni '90 alcuni studenti del corso di Musicologia del Dams di Gorizia creano www.musicologi.com, il portale della musica in Friuli Venezia Giulia. Da quel sito internet viene in seguito fondata l'omonima associazione culturale, che in dieci di anni di attività sperimenta nel campo musicale organizzando eventi, pubblicando materiale, lavorando nel campo della didattica musicale presso le scuole superiori in provincia a Udine e promuovendo presso il Ministero il proprio progetto di insegnamento: parimenti, l'associazione ha collaborato alla creazione del primo archivio virtuale della musica in FVG, ha realizzato spazi per suonare a Gemona del Friuli, oltre a produrre il primo vero documentario rock in Alto Friuli. Questo volume ripercorre le tappe percorse da un gruppo di giovani animati dai loro sogni e dalla loro buona volontà.

 

 

 

 

 

LUCIA DI LAMMERMOOR - Domenico Balzani
Appunti di studio e suggerimenti interpretativi
Prefazione di Mario Villani
Premessa di Jeremy Commons

Formato: Brossure 14.8-21- dorso 4 mm
Pagine: 78
Soggetto: Gaetano Donizetti- Storia della Musica
Codice Isbn: 978-88-96144-12-1
Prezzo: 15 euro

La Tragedia della Lucia di Lammermoor ripercorsa dalle origini ai giorni nostri in questa poliedrica monografia. Il testo verte ad una analisi completa di tutti gli aspetti della Lucia: dall’Opera dello Scozzese Walter Scott “The Bride of Lammermoor”alla controversa e tumultuosa realizzazione musicale del celebre compositore di Bergamo
Donizetti. La Lucia viene in questo libro offerta in tutti i suoi volti: dal confronto storico con le precedenti tragedie all’analisi musicale, dalla scheda dell’Opera ai primi esecutori e interpreti, dalla difficile vita di Donizetti all’inaspettato successo dell’Opera. Compendio del libro un ricco panorama che offre una discografia della Lucia, delle lettere scelte di Donizetti, una biografia dei primi interpreti e una analisi della Trama della vicenda tragica della Lucia.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

PROTEO LIBERATO - Poesie - Emanuele Franz

"Questa raccolta di versi di Emanuele Franz ha un valore poetico riconosciuto (...) grazie alla sua originalità, ai suoi contenuti, ai suoi fini su un più alto piano."
Licio Gelli

Prefazione: Licio Gelli
Anno Edizione: Marzo 2012
ISBN: 978-88-96144-14-05
Formato: 14,8 x 21 cm
Pagine: 100
Genere: Poesia
Prezzo:12 euro

Il Proteo Liberato è una raccolta di Liriche che intende, già dal titolo stesso, esprimere il concetto di "liberazione" attraverso la via della Poesia. Proteo fu la divinità della Mitologia greca capace di assumere tutte le sembianze, e gli Achei furono costretti a legarlo per farsi profetizzare il futuro. Qui inteso come l'infinità potenzialità del linguaggio, della Ragione, del Logos, di assumere tutte le forme, Proteo (l'indeterminata e originaria condizione di multiformità dell'uomo, archetipizzata nella torre di Babele) viene reso libero nella Poesia. La raccolta ha come tema dominante il Mito, e l'universalità della condizione psichica che esso tramanda, con i suoi insegnamenti mai tramontati. Le liriche qui vengono presentate il più delle volte ( pur contemplando anche forme libere ) in metriche studiate e precise ( anacreontiche, sonetti, ottava d'oro, un inno di 50 stanze, ben 200 versi, in metrica seguidilla.. ) a evidenziare, implicitamente, che il metro non è affatto una schiavitù bensì la disciplina che armonizza la liberazione del Proteo e lo stesso atto creativo.
Eloquente a tal senso la prefazione di Licio Gelli, "Poesia e Mito", che evidenzia questo e altri aspetti. Il testo viene pertanto valorizzato con questa prefazione scritta da un Licio Gelli nella veste di Poeta, autore a sua volta di svariate raccolte di liriche.

 

 

 

 

 

 

 

SULLA VIA DELL'UOMO - Ugo Morocutti

Autore: Ugo Morocutti
Titolo: Sulla Via dell’Uomo
Genere: Saggio
Pagine: 394
Codice Isbn : 978-88-96144-15-2
Prezzo: 23 euro
Formato:14,8x21

Ugo Morocutti
nasce il primo dicembre del 1927 in Carnia, nel comune di Ligosullo. Primo di tre fi gli con il fratello Giovanni e la sorella Leonarda, già ragazzo prosegue l’attività agricola e contadina della famiglia fi n quando decide di intraprendere gli studi da autodidatta. Alternando il duro lavoro nei campi agli zelanti studi consegue la laurea in lettere diventando insegnante, prima alle scuole elementari e poi alle scuole medie in diversi comuni dell’Alto Friuli fi no a diventare docente alla scuola “Manzoni” di Udine. Negli anni ‘70 scrive la Monumentale Opera “Sulla Via dell’Uomo” qui proposta. Muore prematuramente di un male atroce lasciando al fratello un Opera di Ingegno e di Ricerca Enciclopedica, in una sola copia che rimane inedita per più di 40 anni fino a vedere la luce con questa pubblicazione.

Sinossi
Opera Monumentale, esempio lucido e vivo di quanto possa nella vita di un uomo l’indagine ardente e non condizionata da fi ni sociali ma operata in sol voto della ricerca vera e prima. Quella di Ugo Morocutti è una storia in primis commovente, una storia di altri tempi, almeno dal punto di vista editoriale. Il manoscritto “perduto” ritrovato dopo decenni, uno studioso autodidatta che da un piccolo paese della montagna contadina fa emergere un Opera vastissima, che spazia dalla mitologia alla psicologia, dalla fi sica nucleare alla filosofia, è un faro che indica fin dove può giungere la volontà umana sinceramente ancorata al gettare luce sull’universo. Non condizionato da accademie né forma mentis dominante Morocutti ha potuto fornire una complessa e articolata visione del mondo, certamente facendo rivivere in sé riverberi di dottrine antiche, dispiegando analisi mitologiche di fenomeni scientifici, e spiegazioni scientifiche di fenomeni poetici. È questo l’approccio del Morocutti, la multiformità dell’indagine, non ferma a un metodo, quello Galileiano, né vittima del solo linguaggio del Mito, ma entrambi concupendosi guizzando nel vivo dell’Opera a risultati concettuali vivissimi, andando a ordire un vero e proprio sistema filosofico che a pieno titolo ha diritto di cittadinanza entro le mura di quel patrio edificio del Sapere che vien chiamato Filosofia.

 

VOCABOL-DHARIO


Autore: Dhario con l’acca zitta
Pagine: 102
Formato: 14,8x21 cm
Genere: Satira-Barzellette
Isbn: 978-88-96144-16-9     
Prezzo di Copertina: 15 Euro

                                    
Sinossi:
L’Autore nasce a Vicenza nel 1966 ma vive a Milano dove incomincia la sua carriera cabarettistica.
Dopo varie peripezie riesce a stampare il suo primo libro “E’ ora di finirla di scrivere sui muri” il quale ha un enorme successo (inaspettatamente) nel Friuli Venezia Giulia ove ora  risiede.
Dopo varie collaborazioni tra cui il laboratorio di Zelig di Padova, forte di questo successo, esce con questa sua nuova fatica letteraria.
Questo libro, non è altro che una visione di alcune parole comuni e che usiamo tutti i giorni, riviste in chiave comica e con un significato completamente inaspettato.
Per non parlare poi  della visione da parte dell’autore dell’odissea. Rivisitata dallo stesso ( sempre in chiave umoristica ).

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

IL RISVEGLIO DI GREGORIO


Autore: Emanuele Franz
Codice Isbn: 978-88-96144-17-6
Genere: Teatro/Poesia
Prezzo di Copertina: 15 euro
Pagine: 104
Formato: 14,8 x 21

“[Il Risveglio di Gregorio]  si presenta molto, molto suggestivo”
Claudio Magris

“In conclusione, credo che l’insieme dei temi trattati nel Poema Drammatico –Il Risveglio di Gregorio- permetta di inquadrare quest’Opera a pieno titolo nell’ambito della Tradizione conosciuta come la –Filosofia Perenne-“
Franco Fabbro

“Sono contentissimo di aver sentito Emanuele Franz ribadire che imporsi delle regole metriche così impegnative di fatto non è una limitazione o una negazione della libertà ma diventa un motore di creatività.”
Mario Turello

“Mi è piaciuto sentire che, nel momento in cui il Protagonista, esattamente al centro dell’Opera, afferma: “io sono il centro di tutte le cose”, questa non è un affermazione al quadrato ma si risolve in una negazione, e questo è straordinario”
Mario Turello

Il Risveglio di Gregorio
Un Poema Drammatico in Sette Atti, ognuno dei quali ha sette scene di sette stanze di sette versi per un totale complessivo di 2401 versi in endecasillabo. Gregorio si sveglia incatenato nelle segrete di un castello, non sa né chi è né come mai è imprigionato. Viene processato da un grottesco tribunale inquisitorio con l'accusa, appunto, di non sapere chi è. La sentenza è la morte. Gregorio allora si risveglia nei panni di Re Anastasio, ed ancora muore e diviene Alarico nella guerra fra romani e visigoti, poi è il Califfo Al-Muktadir nella Baghdad dell'anno mille, poi Gerusalemme, la Londra del '700 e molti nomi ancora per cercare di capire l'enigma della sua identità, risolverlo porrebbe fine ai suoi risvegli. Ogni Atto è associato ad uno dei sette pianeti dell'Eptarchia antica,  da Saturno al Sole. Ecco che il viaggio di Gregorio rappresenta il Dramma della Coscienza umana che deve riscoprirsi nel Grande Anello che porta dal piombo all'Oro. Riuscirà Gregorio infine a darsi un nome?

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

JOF FUART. LA MONTAGNA DEGLI DEI

Autore: Emanuele Franz
Titolo: “Jof Fuart. La Montagna degli Dei”
Formato: 10,5 × 14,8 cm
Pagine: 48
Genere: Alpinismo/Narrativa
Editore: www.audaxeditrice.com
Codice ISBN: 978-88-96144-18-3
Prezzo: 10 Euro

Edizione: Artigianale. Tutte le copie sono rilegate a mano singolarmente.  Tutte le copie sono numerate e firmate dall’Autore. (L’immagine ha il solo scopo di presentare il Libro, ogni singola copia, essendo un pezzo unico e artistico, può risultare differente da un'altra )

“Schede, misurate, "gradate", mai come oggi le montagne appaiono invece de-gradate e incatenate nella cartesiana illusione di numeri, statistiche, categorie e suddivisioni; così ci siamo quasi dimenticati che, per dirla con Emanule Franz, «Le Montagne non si conquistano, si esplorano». Privata o quasi dell'incanto della poesia - della fantasia - la letteratura alpina non può che soffrire di questa condizione che la "avvita" in un congegno duro, freddo, metallico, senza Cuore; o che questo Cuore maschera fin quasi a nascondercelo. Per fortuna ci sono le eccezioni e fra queste i due lavori di Emanuele, il Monte Nous prima e Jof Fuart, che si staccano dal meccanismo e mostrano che altre vie sono possibili per narrare le cime e noi stessi.”
Giuseppe Popi Miotti

“Questo libro collega tempi e luoghi non casuali (…) Ritengo l’Autore un fervido praticante di immaginazione, nel senso pieno e più profondo del termine, quella immaginazione, che qualcuno ha chiamato immaginazione attiva, per la quale non conta lo scopo finale o il miglioramento personale ma punta alla Conoscenza di Sé”
Mario Di Gallo

Sinossi:
L’Autore, in questo evocativo racconto autobiografico, prende spunto dalla suggestiva cima dello Jof Fuart, sulle Alpi Giulie, per intrecciare una serie di riflessioni sulla psicologia dell’Alpinismo.
Cosa accade nella mente quando ci si perde nella nebbia sopra un precipizio? Quali meditazioni avvengono quando il corpo è stremato, quando ha perso il sentiero e sta congelando?
Che differenza occorre nell’interiorità di un escursionista quando esso si approccia alla Montagna in gruppo oppure da solo? E’ possibile smarrirsi volontariamente? Fin dove può spingersi il desiderio di salire di un Alpinista e come comprende quando è giunto il “Limite”?
Queste e altre riflessioni abilmente alternate fra gli svariati aneddoti e avventure sulle Montagne Friulane che hanno come filo conduttore lo Jof Fuart.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

DALLA SIBERIA ALLA CINA. DIARIO DI VIAGGIO

Autore: Emanuele Franz
Titolo: Dalla Siberia alla Cina. Diario di Viaggio.
ISBN: 978-88-96144-19-0
Sigla: Audax Editrice
Genere: Diario di Viaggio
Formato: 10,5 x 14,8 cm
Pagine: 48
Prezzo: 10 euro
Edizione: Prima
Volumi: 1

Storia di un viaggio in solitaria via terra
attraverso le steppe della Siberia, Mongolia, Deserto del Gobi e Cina

“Da una di queste isbe in mezzo al nulla, ascritta ad una galassia di deserti, sull’uscio della porta c’è un bambino che sorride e saluta il treno. Un bimbo dolcissimo dagli evidenti tratti mongoli che è felice; i lineamenti del suo volto promanavano gioia e la sua mano protesa in saluto verso quel treno, forse verso me medesimo, verso quel priapo d’acciaio sulle rotaie. E quel fanciullo salutava l’uccello di fuoco che volava su terre lontane, a lui stesso ignote.
Quell’incontro pallido ma vivo, incolore ma giallo di luce, disincarnato dal sentire ma tessuto d’Amore; quel saluto verso un me su di un treno che sorrideva a un innocente che sorrideva a un treno, non è questo il vero comunicare? A che servono i linguaggi umani se in questi momenti raminghi, silenti, taciuti, trasale l’Eterno, si risveglia, come da un Sonno, Eterno, si ridesta e in quel soffuso, ignoto e muto saluto prendono voce le ere, si annichilano le distanze, lo spazio e il tempo divengono una palla con cui quel bambino giocava e quel tremore sottile nell’aere tersa della steppa, quell’acqua nella pozzanghera su cui scherzava il fanciullo non erano forse il Sogno di un Dio? Ed io non ero forse diventato testimone dell’Immutabile?”

Emanuele Franz –Dalla Siberia alla Cina. Diario di Viaggio- pag.30