Emanuele Franz ( Gemona del Friuli, 14 agosto 1981 ) è un saggista, filosofo e poeta italiano.

“Franz deve essere sicuramente la reincarnazione di qualche grande filosofo perché ciò che scrive non l’ha appreso sui libri ma lo sa già.”
Paolo Maurensig

Esordisce nel 2004 col saggio filosofico Noumenologia, con Bastogi Editrice, al quale segue, per lo stesso editore, Noetica dell’amore, dialogo filosofico nell’antica Atlantide.

Nel 2010 edita con Audax Editrice, la casa editrice da lui stesso fondata nel 2008, il racconto fantasy Il Monte Nous, un racconto che legge l’alpinismo in chiave metaforica come ricerca della verità, suscitando l’apprezzamento di Reinhold Messner, che commenta: “Finalmente un racconto diverso”, e di altri grandi alpinisti come Walter Bonatti, Cesare Maestri e Kurt Diemberger.

Nel campo della poesia esordisce invece nel 2012 con il testo Proteo Liberato, con prefazione di Licio Gelli. Il testo, in virtù della prefazione, susciterà in seguito delle polemiche.

Piena maturità poetica viene però raggiunta con l’Opera Il risveglio di Gregorio, del 2013, un Poema drammatico di 2401 endecasillabi sul quale l’autore ha lavorato per 15 anni. Il testo riguarda un’allegoria delle trasformazioni della coscienza umana. Il protagonista, risvegliatosi in un carcere medioevale, viene processato e condannato da un tribunale inquisitorio con l’accusa di non sapere chi è. Condannato a morte nell’Atto primo, associato a Saturno, si risveglia nell’Atto secondo, associato a Giove, ripercorrendo tutti e sette gli atti dell’Opera, ognuno associato a uno dei sette pianeti conosciuti dagli antichi, alla fine, nel settimo Atto associato al Sole, raggiunge la piena coscienza di sé. Il testo suscita l’apprezzamento dello scrittore Claudio Magris, al quale segue quello dello scrittore Paolo Maurensig.

Svariati invece sono i lavori nel campo della saggistica, occupandosi di ermetismo, esoterismo, simbologia, ma il lavoro centrale del suo pensiero, che ne rappresenta la maggiore profondità e articolazione, avviene con l’Opera Le basi esoteriche della microbiologia. Principi per una nuova teoria della vita basata sul Pensiero Esteso, del 2016. L’Opera subito dopo la pubblicazione raggiunge grande apprezzamento da studiosi e intellettuali italiani, come il neuropsicologo Franco Fabbro e il giornalista Marcello Veneziani, ed anche all’estero con l’apprezzamento del filosofo Noam Chomsky che dice del libro: “Questa teoria sembra aprire completamente nuovi orizzonti”

Nel 2014 concepisce il “Premio letterario Audax”, un originale e innovativo premio per poeti che non posseggano lauree, per incentivare e premiare la scrittura e la creatività fra quelli che lui reputa svantaggiati perché privi di titolo di studio e per dimostrare, implicitamente, che il titolo non fa il talento. L’iniziativa suscita svariati consensi, da quello del giornalista Marco Travaglio, che la reputa "Un’idea meritoria e geniale" fino alla Regina Elisabetta II di Inghilterra che fa pervenire all’editore, tramite Buckingham Palace, una lettera di incoraggiamento e apprezzamento al Premio Audax e alla casa editrice stessa.


NOUMENOLOGIA - Emanuele Franz
Prefazione di Alessio Screm - Bastogi Editrice...
Il testo si distanzia in modo netto dal panorama della filosofia contemporanea, fautrice di una radicale rassegnazione gnoseologica e dell' impossibilità ontologica di un sapere unitario e universale.A differenza del cosiddetto "pensiero debole" la noumenologia è portatrice di un pensiero forte e muove a sostenere una totale conoscibilità dell'Essere, nella trascesi dell' uomo, come voleva, d'altra parte, la filosofia greca.L'autore assume quindi un approcio antico, non moderno...
NOETICA DELL'AMORE DIALOGO FILOSOFICO NELL'ANTICA ATLANTIDE - Emanuele Franz
Prefazione Jan Bednarich - Bastogi Editrice...

 …"Ontologicamente un individuo diviene un altro individuo con l’amore; amare una persona significa essere quella persona. Questo amore non è un atto della mente e non deve presupporre conoscenza alcuna, come spiegavo prima. L’amore è oblio; l’Essere intero, che si manifesta nella molteplicità della vita, non conosce, il mondo e le cose non conoscono ma sono. L’intellettualizzazione del mondo, e qualsiasi pretesa conoscenza, divengono stasi; la vita è movimento, contraddizione, e l’amore è la vita stessa e la vita è ciò che di più antitetico al sapere possa darsi, per questo il vero amore è oblio e silenzio". Anche il conoscere, dunque, dimora nella semplicità del fare: "La vera conoscenza, conseguentemente, è atto, azione, poiché appunto permette di carpire noeticamente l’essenza nella presenza"...
  …La mitica Atlantide, terra perduta sospesa in un’onirica realtà al di là dei confini del mondo, è la cornice di un viaggio iniziatico che ha per prologo un naufragio…
    RIFLESSIONE PER UNA INTRODUZIONE ALLA FILOSOFIA DEGLI SCACCHI - Articolo di Emanuele Franz...
GUGLIELMO E AMANDA romanzo e-pistolare - Emanuele Franz
MEF- Maremmi Editori Firenze
Guglielmo, un ragazzo inquieto, apparentemente normale, ma nel profondo sempre e costantemente afflitto, alla ricerca d'altro, di un ulteriore significato nelle cose. Amanda, come lui, è tragicamente commossa dalla ricerca di un senso che vada al di là della superficie, della banalità quotidiana. Amanda e Guglielmo: due anime si incontrano in rete, iniziano un intenso rapporto per mail e, al di là della passione momentanea, tramano e costruiscono quella complicità occulta e segreta che dovrà portarli alla verità delle cose, alla vera essenza della vita.
  LE BASI ESOTERICHE DELLA GEOMETRIA FRATTALE. Per una metafisica dell'albero - Emanuele Franz
Audax Editrice
Come mai la natura presenta forme così simili? Come mai un fulmine, il delta di un fiume, i bronchi e un albero hanno la stessa morfologia? L’autore fornisce un interpretazione comparando l’alchimia degli antichi con le osservazioni della scienza moderna, vagliando le dottrine sulla sezione aurea e reinterpretando il significato della contemporanea geometria frattale. Cosa si cela dietro al simbolismo dell’albero?
Come mai i miti degli antichi sul mondo arboreo sembrano tanto vicini alle conclusioni della moderna scienza? Questi gli interrogativi affrontati dall’autore, in questo affascinante viaggio nel mondo della natura e dei simboli
.
  ONTOGNOSTICA E ONTOMIMESIS. Prolegomeni ad una Noumenologia del teatro - Emanuele Franz
Audax Editrice
L’autore fornisce una sorprendente prospettiva ontologica: che oltre l’Essere vi sia una forza più alta: la Mimesis. A questa forza trans ontologica tutto il resto viene subordinato e assoggettato. L’attività principale di ogni aspetto ontico diviene pertanto la simulazione e la dissimulazione, al qual vertice sta la Mimesis. Secondo ipostasi precise essa si esprime dapprima nell’Essere, poi negli enti e infine nella coscienza. Ontomimesis sarà pertanto l’intrinseca attività di finzione dell’Essere verso se stesso.

DA ATENE A NIKOLAJEWKA -intervista a un reduce-Emanuele Franz
Egidio Gardel, uomo di grande tempra e fibra umana, dopo aver partecipato alla campagna di Grecia ed essere sopravvissuto miracolosamente alla tragica ritirata di Russia, pochi anni prima della sua scomparsa decide di rilasciare un intervista a un ragazzo poco più che tredicenne. Dopo quasi quindici anni i vecchi nastri, ancora conservati con cura da quel ragazzo ormai adulto, vengono trascritti e pubblicati in questo documento di inestimabile valore storico e umano.

 
DIE ESOTERISCHEN GRUNDLAGEN DER FRAKTALEN GEOMETRIE-Emanuele Franz
Warum schafft die Natur Formen, die sich so sehr ähneln? Warum haben ein Blitz, ein Fluβdelta, die Bronchien und ein Baum die gleiche Morphologie? Der Autor sucht nach Antworten, in dem er die Alchimie der Antike mit der modernen Wissenschaft vergleicht, die Theorien über den Goldenen Schnitt untersucht und die Bedeutung der zeitgenössichen fraktalen Geometrie neu interpretiert. Was steckt also hinter dem Symbolismus des Baumes? Warum scheinen die Mythen der Antike über die Welt der Bäume den Schlüssen der modernen Wissenschaft so ähnlich? Das sind die Fragen, die sich der Autor zu Beginn seiner faszinierenden Reise in die Welt der Natur und der Symbole stellt.
DE ELICA. Le basi esoteriche della prospettiva - Emanuele Franz
Audax Editrice
L'autore si interroga sul perchè l'intelligenza della natura scelga di adottare, in molte delle sue espressioni, la forma dell'elica e della spirale.Partendo dalla convinzione che il linguaggio della natura non mente indaga nella storia e nei fenomeni biologici dove compare la geometria di elica e spirale.
In seguito compara queste osservazioni con i Miti degli antichi.
Traendo dai Mitie dalla natura gli indizi di quel grande codice che altri chiamarono Logos, l'autore avanza nell'indagine proponendo una personale interpretazione del simbolismo dell'elica e ne da una spiegazione a partire dai simboli spagirici.


IL MONTE NOUS - Emanuele Franz
Audax Editrice
Michele Vicentini fu poeta, cantore, alpinista solitario, liutaio e scrittore. Prima di morire suicida all’età di 26 anni concepisce un racconto che tratta dell’ascesa al monte Nous, archetipo della vetta intesa come conoscenza e Verità.
L’intero testo, in modo allegorico, è deliberatamente un richiamo alla Vetta intesa come Grande Opera. Il protagonista, superando le diverse prove morali e fisiche dell’ascesa, è alla agognante ricerca dell’Argento e della Trasmutazione dei Metalli.
Incontra Oberon, l’ape Noumena, Efesto, la Sfinge ed ognuno di questi millenari personaggi fornisce all’Eroe indizi, ma mai una via definitiva verso la Verità della Vetta, che solo la sua purezza d’animo potranno trovare definitivamente.